Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La City torna a salire al cielo

Cheesegrater

E' ufficiale: la crisi immobiliare della City di Londra sta volgendo al termine. Nel giro di un solo mese, infatti, due progetti di grattacieli che erano stati sospesi, il Cheese Grateer (ossia la grattugia, qui riprodotta nella foto e opera dell'architetto Richard Rogers) e il cosiddetto Walkie Talkie, dalla caratteristica forma arcuata che lo fa assomigliare a un telefono, hanno nuovamente ottenuto luce verde. Erano stati accantonati dalle rispettive società di costruzioni, British Land e Land Securities, dopo il tracollo di Lehman Brothers nell'autunno del 2008. Allora molte Cassandre prevedevano che ci sarebbe voluto almeno un decennio perchè la City potesse riprendersi dal crack. Il Cheese Grater – che sorgerà al numero 122 di Leadenhall Street, giusto in faccia al palazzo dei Lloyd's – e il Walkie Talkie, a Fenchurch Street, poco più a Sud, erano stati sospesi perchè considerati superflui data la bassa domanda di spazi immobiliari seguita alla crisi. La decisione di procedere comunque con lo Shard of Glass, la "scheggia di vetro" progettata da Renzo Piano a sud di London Bridge, di completare la Heron Tower (che tutti oggi possono ammirare al 110 di Bishopsgate) e di tirare dritto con il progetto del Pinnacle, sempre a Bishopsgate, aveva spinto infatti a pensare che con l'aggiunta degli altri due grattacieli si sarebbe venuta a creare un'eccessiva offerta di spazi commerciali proprio mentre il mercato degli affitti cadeva a precipizio. Oggi l'ottimismo è tornato.

London_skyline_2012_large

Il Walkie Talkie e il Cheesegrater aggiungeranno dunque altri 100mila mq di superficie commerciale (50mila a testa) che si andranno ad aggiungere ai 45mila della Heron Tower, ai 131mila del Pinnacle e ai 111mila dello Shard. Mentre il Walkie Talkie, progettato dallo studio dell'architetto Rafael Vinoly, non sarà molto alto (circa 160 metri), tutti gli altri supereranno abbondantemente i 200 metri, stracciando il record trentennale detenuto dalla Tower 42 (183 metri). La Heron Tower (studio Kohn, Pedersen & Fox) misura infatti 235 metri con l'antenna, il Cheese Grater 225 metri, il Pinnacle 288 metri e lo shard 310 metri. Il Pinnacle, anch'esso progettato dalla studio Kohn Pedersen & Fox, sarà il grattacielo più alto della City (potete vederlo qui al centro della foto nell'immagine computerizzata) ma sarà in buona compagnia di altri due spilungoni. Lo Shard, che si affaccia solitario a Sud del Tamigi e che si può già ammirare a più di metà costruzione, avrà peraltro la soddisfazione di diventare il grattacielo più alto d'Europa (Russia esclusa). Pinnacle e Shard avranno inoltre il privilegio di togliere il primato di grattacielo più alto di Londra, che da 20 anni deteneva la torre con cuspide piramidale di One Canada Square a Canary Wharf (235 metri) progettata dell'architetto Cesar Pelli. Mentre lo Shard e il Pinnacle dovrebbero raggiungere la vetta in tempo per le Olimpiadi del 2012, Walkie Talkie e Cheese Grater, a causa dello stop di oltre due anni non dovrebbero essere completate fino al 2014. E' un fatto però che la riesumazione dei lavoro è il più grande voto di fiducia che la City potesse ricevere. Un segno tangibile che Londra torna a scommettere sul proprio futuro.