Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

E’ arrivato il rimbalzo all’inglese

Browndarling
Ma è vero che l'economia britannica sta già ripartendo? Gli economisti hanno intravisto un rimbalzo. Il fondo sarebbe ormai stato toccato. Le stime medie hanno corretto in meglio il calo dell'economia previsto quest'anno dal -3,9% inizialmente pronosticato al -3,5%, in linea con le previsioni del Tesoro. Un Paradiso rispetto alle ultime previsioni dell'Ocse del -5,3% sull'Italia o del -6% della Germania. Forse il cancelliere Alastair Darling aveva ragione quando si diceva fiducioso di potere arginare la recessione. Forse la terapia di Brown di gonfiare l'economia con gli estrogeni del debito inizia a fare effetto. Ma sarà vero? Ed è la Gran Bretagna messa tanto meglio di altri Paesi europei? Mah…

Le brutte notizie per cominciare: nei tre mesi terminati ad aprile la disoccupazione è salita a 2,3 milioni, pari all'8%, massimo da 12 anni. Praticamente i laburisti, la cui missione dichiarata è stata sempre la piena occupazione, hanno dovuto subire l'umiliazione di tornare allo stesso livello di disoccupati di quando andarono al Governo nel maggio del 1997. L'aumento della disoccupazione nel trimestre è stato peraltro di 232mila unità, pari a un posto di lavoro perso ogni 30 secondi. D'altra parte ci sono oggi mediamente 300 persone a caccia di un posto di lavoro. Peggio ha fatto la disoccupazione giovanile, al massimo dal 1994 a 695mila unità. E non è finita: secondo le previsioni i senza lavoro sono destinati a salire almeno a 3  milioni di unita, se non 4 milioni per i piu' pessimisti, pari a quasi il 14%. Ormai i termini della questione sono noti: è iniziata la ripresa o siamo solo davanti a un rimbalzo destinato a cedere il passo a un nuovo scivolone non appena gli effetti della disoccupazione crescente si tradurranno in una nuova contrazione dei consumi, insolvenze bancarie e nuovo calo del pil? Forse è uno scenario troppo pessimista, dato che negli ultimi due mesi i segnali di ottimismo si sono moltiplicati, non ultima la ripresina dei prezzi delle case. Ma quali risorse in più rispetto agli altri avrebbe la Gran Bretagna per ripartire prima e più velocemente? Un mercato del lavoro più flessibile certamente, ma poi? Insomma è ancora presto per cantare vittoria e l'impressione è che più che davanti a una ripresa ci troviamo davanti a un rimbalzo all'inglese..

  • StefanRo |

    carissimo Niada.
    Apprezzo moltissimo il suo blog su Londra e i suoi interventi. Però sono costretto a lamentarmi, lei scrive troppo poco spesso, e per chi sta a Londra e vuole un parere autorevole, visto da un italiano con una visione ampia e ramificata come la sua, mancano i suoi aggiornamenti.
    Salve a presto spero..
    SR

  Post Precedente
Post Successivo